Passiamo tutta la vita a correggere il disordine. In quesa continua rincorsa, in cui cerchiamo di cambiare l'entropia dell'universo inziando dal nostro piccolo angoletto di mondo, trasformiamo energia in amore, emozioni, azioni........

Tutto rimane uguale. La nostra vita non cambia sostanzialmente si trasforma ma resta la stessa. In questo roboante impianto di sensazioni, noi scriviamo nuove pagine di un libro che diventa infinitamente ricorsivo.

Ma forse è proprio questa la vera ragione delle nostre esistenze. Forse non dobbiamo chiedere di più a noi stessi ed agli altri. La pura ccettazione delle nostra unicità non diseguale è forse l'unica via verso la felicità.

Vedo scorrere il paesaggio e questo finestrino, che oggi è la mia finestra sul mondo, non mi sembra poi cosi banalemnete fatta di vetro. In essa si specchia il mio volto e attraverso esso vedo un mondo piccolo ed infinito.

Colori di autunno