Quando il buio ti avvolge

Era una mattina di primavera. Il sole maestoso era sorto dietro la torre dell'orologio e tutto cominciava a muoversi seguendo la solita routine.

Allievi allineati in Piazzale. Poi di corsa a fare colazione, poi a palazzo studi per nutrire le nostre anime con il cibo dei grandi.

La primavera era li in tutto il suo tepore e, come sempre accade, un vento straordinario stava per trasformare una giornata ordinaria.

Verso le 11, quando fra uno sbadilgio ed una risata avevamo superato le prime tre ore di lezione, la nostra attenzione viene catturata dal correre frenetico degli "aziani" del corso di Stato Maggiore. 

Alle 12:45 arriviamo in piazzale per l'assemblea generale, uno strano silenzio avvolge il Piazzale normalmente rumoroso. Nessun allievo "gira" per scontare la sua punizione. Che strano, ma cosa succede. Poi un Anziano in lacrime, poi il secondo ed ancora molti altri.

"Allienati e coperti", aspettiamo la tromba ma un voce ed un brusio scorre le file. "Si è suicidato", "ma dov'è suo fratello", "non ci posso crerder". L'aspirante lla sezione ci guarda con gli occhi lucidi. Poi la tromba suona e tutto tace. Il Capo corso del terzo anno legge l'elenco delle punizioni e delle ricompense in un silenzio surreale ammantato di tristezza.

Il nostro caro amico, L'anziano amico di tutti, ci ha lasciato. Ha deciso di usare la sua perzia nell'intreccare cime e fare nodi per trovare l'impiccagione più rumorosa, Si è tolto la vita ascoltando una cnazone. Si è tolto la vita, ed e stata quella canzone a farlo. Il disco finisce, il ritorno automatico del piatto innesca la trappola che lo trascina su appeso alla balaustra del soppalco di quella cameretta che era stata la sua casa per gli ultimi mesi.

Percè, lo hai fatto, dove eravamo noi? Forse troppo distratti dai suoi occhi sorridenti e dalla sua grinta in barca. Noi lo vedevamo così ma la sua verità era molto diversa. Un grido di aiuto cresceva dentro di lui e nessuno lo aveva sentito. Dove eranvamo?

La primavera diventa subito gelida e triste ed è subito buio.